Regolamento per la concessione in uso delle attrezzature

Il presente Regolamento definisce i criteri e le modalità per la concessione delle attrezzature disponibili di proprietà dell’Associazione Turistica Pro Loco Cossinea o in uso dalla medesima, utilizzabili per la realizzazione di manifestazioni e/o eventi in genere di carattere collettivo.

Art. 1 - Condizioni generali

Le attrezzature dell’Associazione Turistica Pro Loco Cossinea, acquistate in via prioritaria per le attività istituzionali della Pro Loco, potranno essere concesse in uso temporaneo e limitato a soggetti terzi pubblici e/o privati che ne facciano richiesta secondo le modalità e condizioni del presente regolamento.

I materiali concedibili in prestito sono esclusivamente quelli per i quali il Consiglio Direttivo ha previsto tale possibilità.

Il restante materiale di proprietà della Pro Loco Cossinea, qualora disponibile, potrà essere concesso in uso noleggio solo a seguito della specifica autorizzazione del Consiglio Direttivo e subordinato alle specifiche condizioni che verranno prescritte allo scopo tra cui l’assistenza del personale per movimentazione e/o istallazione, previa verifica della disponibilità del personale medesimo.

Le richieste saranno soddisfatte compatibilmente con la disponibilità dei materiali e secondo l’ordine temporale di ricevimento delle richieste, fermo restando la precedenza assoluta per le iniziative della Pro Loco Cossinea e di quelle del Comune di Cossignano.

Art. 2 - Referenti

I responsabili delle attrezzature e delle strutture, con l’autorizzazione ad accedere ai locali nei quali sono custodite, sono individuati dal Consiglio Direttivo ed hanno l’incarico di gestire il prestito e le operazioni di verifica al momento della riconsegna.

Art. 3 - Modello di richiesta

Per ottenere in prestito le attrezzature l’associazione richiedente, per il tramite del suo rappresentante, o il privato, dovranno presentare con un congruo anticipo (di norma almeno 15 giorni prima della data di ritiro) alla Pro Loco Cossinea domanda scritta, compilando e sottoscrivendo in ogni sua parte il modulo allegato e approvato col presente regolamento.

E’ importante indicare sul modulo:

    - il tipo e il quantitativo dell’attrezzatura richiesta;

    - la motivazione per la quale si richiede l’utilizzo di tale attrezzatura (nel caso di associazioni la denominazione della manifestazione organizzata);

    - il luogo nel quale l’attrezzatura verrà utilizzata;

    - l’impegno alla restituzione e l’indicazione della data della stessa;

    - la sottoscrizione per accettazione delle condizioni di prestito contenute nel presente regolamento.

Art. 4 - Cauzione

Salvo quanto disposto nei commi successivi, la possibilità di ritirare il materiale è subordinata al versamento di una cauzione pari al 30% dell’importo totale del noleggio, qualora quest’ultimo è superiore a 30 euro.

L’importo del corrispettivo della cauzione e del noleggio dovranno essere versati al momento della consegna del materiale al responsabile autorizzato individuato all’art. 2.

La cauzione sarà restituita al richiedente al termine dell’utilizzo delle attrezzature dopo aver verificato l’assenza di danni alle stesse.

Art. 5 - Tariffe

Le attrezzature concedibili in uso sono indicativamente le seguenti:

- Set tavolo e due panche (nr. max 40):

5 euro/cad. + iva

2,50 euro/cad. + iva (socio)

- Sedie in plastica (nr. max 100):

1 euro/cad. + iva

0,50 euro/cad. + iva (socio)

Il presente tariffario si riferisce sino ad un massimo di 3 giorni di noleggio.

Art. 6 - Esenzione canone noleggio e/o cauzione

Per manifestazioni di particolare rilevanza nell’ambito cittadino organizzate direttamente dall’Amministrazione Comunale il Consiglio Direttivo può concedere l’esenzione dal pagamento del canone di noleggio e/o del deposito cauzionale per i beni richiesti.

L’esenzione può essere concessa dal Consiglio Direttivo, per una sola volta all’anno a ciascuna Associazione locale, nei casi di manifestazioni aventi particolare interesse pubblico ed a cui l’Amministrazione abbia direttamente o indirettamente partecipato o contribuito al buon esito.

L’esenzione o l’applicazione di tariffe agevolate possono essere concesse alla Scuola di Cossignano o, in via del tutto eccezionale, ad altre associazioni che operano sul territorio, in relazione al valore sociale e culturale dell’iniziativa che intende realizzare.

Art. 7 - Condizioni varie per la concessione attrezzature

Il trasporto, il montaggio, lo smontaggio, la custodia e cura del materiale è a carico del richiedente che ne diviene custode fin dal momento della consegna e fino al momento della riconsegna.

Art. 8 - Riconsegna attrezzature

Tutti i soggetti che usufruiranno delle attrezzature si impegnano alla restituzione delle stesse nel più breve tempo possibile e comunque entro i cinque giorni dalla fine della manifestazione.

La riconsegna del materiale dovrà avvenire nei giorni e nelle ore preventivamente concordati con i referenti delle attrezzature della Pro Loco Cossinea.

Al momento della restituzione del materiale, il referente della Pro Loco Cossinea procederà alla verifica dello stato di integrità dei beni nonché alla rispondenza qualitativa e quantitativa rispetto a quanto dato in consegna e annoterà gli eventuali danni, se del caso.

Per la verifica ed il controllo del materiale restituito ci si avvarrà dell’elenco compilato e sottoscritto al momento della consegna.

Art. 9 - Quantificazione dei danni

In presenza di danni alle attrezzature concesse in utilizzo o assenza di parte del materiale consegnato la Pro Loco Cossinea avrà il diritto di trattenere la cauzione versata fino alla concorrenza del risarcimento del danno, fatta salva la facoltà di chiedere all’utilizzatore la differenza se il danno recato risultasse maggiore rispetto alla cauzione versata.

Se il bene non fosse riparabile l’utilizzatore può optare per il risarcimento in forma specifica sostituendo il bene danneggiato con altro identico per tipologia e qualità.

La quantificazione di eventuali danni subiti dai beni dati in uso e/o dei materiali mancanti verrà determinata dal Consiglio Direttivo in base ai prezzi correnti di mercato, rilevati al momento della valutazione, per l’acquisto o la riparazione dei beni medesimi.

Qualora il valore dei danni e/o dei materiali mancanti superi l’ammontare della cauzione, il richiedente sarà tenuto al versamento della cifra mancante fino alla completa copertura della somma che sarà necessaria all’acquisto delle attrezzature non più idonee, non restituite e/o delle eventuali riparazioni che si saranno rese necessarie.

Art. 10 - Responsabilità

Sono obblighi e responsabilità del soggetto richiedente:

    - la restituzione delle attrezzature concesse in uso nello stato medesimo in cui sono state ricevute, entro il termine stabilito e nel medesimo luogo di ritiro, salvo diversi accordi preventivamente stabiliti;

    - l’utilizzo dei beni esclusivamente per il tempo e per il fine indicati nella richiesta;

    - il divieto di concedere ad altri i beni ricevuti in uso;

    - la salvaguardia dell’integrità ed il corretto utilizzo con diligenza dei beni;

    - l’assunzione esclusiva di ogni responsabilità civile, penale, amministrativa, sanitaria e S.I.A.E., nessuna esclusa o eccettuata, nei confronti di terzi, di cose e di luoghi per i danni derivati dall’uso delle attrezzature o comunque dell’utilizzo improprio delle stesse attrezzature;

    - divieto di apportare variazioni, alterazioni o qualsiasi altra modifica al bene.

Il mancato adempimento degli obblighi di cui al comma precedente, comporta l’immediata restituzione dei beni, l’incameramento della cauzione eventualmente versata oltre al risarcimento del danno.

Il richiedente sarà ritenuto responsabile in qualità di custode degli eventuali danni a cose o persone, ammanchi e manomissioni verificatisi durante il periodo di utilizzo dell’attrezzatura.

La responsabilità per qualsiasi eventuale danno a cose od a persone verificatesi nel periodo di utilizzo dell’attrezzatura sono interamente a carico dell’utilizzatore.

La Pro Loco Cossinea declina ogni responsabilità per danni a cose o a persone che possano derivare dall’uso delle attrezzature date in concessione.

Art. 11 - Sanzioni

In caso di inadempimento da parte degli utilizzatori degli obblighi e degli impegni assunti derivanti dal comodato o dalla custodia, questi potranno essere esclusi da eventuali futuri prestiti.

Art. 12 - Mancata concessione dei beni e restituzione anticipata

La concessione in uso dei beni può essere negata o revocata, senza che il richiedente abbia diritto ad alcun indennizzo, nei seguenti casi:

    - quando anche uno solo degli obblighi, impegni e condizioni di cui al presente regolamento non venga rispettato;

    - quando venga riscontrato che le attrezzature sono utilizzate per un uso diverso da quello dichiarato nella richiesta;

    - per sopravvenute esigenze della Pro Loco Cossinea, anche dopo l’avvenuto pagamento del deposito cauzionale e della tariffa d’uso, senza che il richiedente possa avanzare alcuna pretesa e/o richiesta di indennizzo, e ad esso sarà dovuto il solo rimborso delle somme eventualmente versate.

Art. 13 - Validità e modifiche

Il presente regolamento entra in vigore dal momento della sua approvazione, ha una validità illimitata e potrà essere revocato e/o modificato solo dal Consiglio Direttivo della Pro Loco Cossinea.

Per scaricare il MODULO DI RICHIESTA DELLE ATTREZZATURE clicca qui.

Post popolari in questo blog

13^ edizione della sagra del fritto misto all'ascolana: la tradizione torna a Cossignano

Piacere, Cossignano

"Il Bello dell'Italia": Cossignano secondo il Corriere della Sera