"Il Bello dell'Italia": Cossignano secondo il Corriere della Sera


"Il bello dell'Italia sono le nostre storie di mare, di montagne, di borghi, di pietre e di foglie. E condividerle non significa nutrire la pianta dei sovranismi territoriali. Al contrario: significa riconoscerci in una bellezza che ci tiene insieme, in un’identità che è locale e nazionale, confusamente felice grazie all'energia alimentata da infinite interconnessioni." Queste sono le basi con cui il Corriere della Sera, storico e autorevole quotidiano nazionale primo per diffusione e lettorato, ha dato vita qualche anno fa a "Il Bello dell'Italia". Un progetto che non guarda solo a turismo e patrimonio artistico, ma anche a ricerca, artigianato, industria e design con l’obiettivo di raccontare/fotografare/condividere i tanti volti della nostra penisola.

Grazie alla tenacia dei giornalisti Alessandro Cannavò e Roberta Scorranese, il "Bello" giunge alla sua quinta edizione diventando un osservatorio permanente sulla bellezza: attraverso le segnalazioni raccolte dalla redazione del Corriere sul canale web dedicato (corriere.it/bello-italia) e sottoposte al vaglio di un comitato scientifico composto dal poeta e paesologo Franco Arminio, dalla scrittrice e drammaturga Dacia Maraini, dallo storico dell'arte Flavio Caroli e dall'architetto Mario Cucinella, sono state selezionati i "tesori nascosti" dell'Italia, la mappa del cuore da raccontare. Un patrimonio prezioso tra borghi, chiese, biblioteche, piazze, parchi, giardini, non particolarmente famoso ma dal fascino celato che merita attenzione e valorizzazione.

Tra queste migliaia di segnalazioni proprio Cossignano è stato scelto come "Borgo più sorprendente" in virtù della bellezza del territorio e la caratteristica del Centro Storico. Un piccolo paese il nostro, ricco di storia e di storie, indubbiamente poco noto e lontano dai grandi circuiti turistici, ma sicuramente sorprendente e che non si "arrende", dando dimostrazione giorno dopo giorno che le possibilità, intese sopratutto come i piaceri della (ri)scoperta di uno stile di vita più a misura d'uomo, risiedono sopratutto nel luogo che non si vede e che merita di di essere svelato.
E Cossignano è proprio questo: un delizioso "borgo medievale [...] dalla forma di una delicata canestra adagiata tra colline ricamate a vitigni e calanchi" tutto da vivere e scoprire!

Di seguito la pagina 33 del Corriere della sera di Giovedì 20 Febbraio 2020:

Post popolari in questo blog

Piacere, Cossignano

13^ edizione della sagra del fritto misto all'ascolana: la tradizione torna a Cossignano

Ciao Paolo